LOADING...

Convegno “Per una Strategia regionale dei rifiuti”

Che fine faranno i nostri rifiuti?
Solo due anni e tutte le discariche del nostro Paese saranno piene. È questo il quadro che viene dipinto dal nuovo rapporto ‘Per una Strategia regionale dei rifiuti’ lanciato da Assoambiente.
La soluzione sembra essere solo una: l’economia circolare!
Korec sarà presente al convegno sull’economia circolare che si terrà a Firenze il prossimo 14 giugno.
Sarà un appuntamento importante quello alla tavola rotonda tra i principali stakeholders del settore per discutere dei temi spinosi che rendono difficoltosa la traduzione nel nostro Paese dei principi dell’economia circolare e per promuovere un confronto ad ampio spettro sui temi della sostenibilità ambientale e soprattutto della competitività delle imprese.

Con la presenza del moderatore Antonio Cianciullo (giornalista di La Repubblica), ascolteremo tra gli interventi:

  • Stefano Carnevali (amministratore delegato di Unieco Holding Ambiente)
  • Alessio Marco Ranaldo (presidente Confindustria Toscana)
  • Federica Fratoni (assessora all’Ambiente della Regione Toscana)
  • Roberto Sancinelli (presidente di Montello Spa).

Senza impianti non può esserci economia circolare.
Questo è quanto ribadito al convegno sull’economia circolare tenutosi a Firenze, al quale Korec ha partecipato.
Le criticità del sistema:
📌 Quadro normativo e regolatorio incerto e sovente contraddittorio
📌 Regolamentazione End of waste incompleta
📌 Blocco dei flussi verso Cina e India
📌 Discariche quasi piene (due anni di autonomia per il Nord, meno di un anno per il centro, zero per il Sud che versa già in situazione altamente critica)
📌 Ostilità diffusa dell’opinione pubblica verso gli impianti…anche di riciclo.
Esportiamo ca. 3,1 milioni di tonnellate di rifiuti speciali: un fenomeno in aumento ed un’assurdità etica ed economica, oltre che non rispettosa dei principi comunitari!
Ciò non fa altro che penalizzare l’Italia, anche e soprattutto economicamente, in considerazione della lievitazione dei prezzi di conferimento all’estero.
Basti pensare già solo alla vetroresina (giusto per restare in tema Korec) il cui costo di smaltimento è schizzato da 130 €/ton a 500 €/ton per l’avvio ad incenerimento! Gli impianti per la gestione dei rifiuti sono, dunque, un asset infrastrutturale importante per la competitività del nostro sistema economico.
Ed è una responsabilità anche e soprattutto delle rappresentanze pubbliche preposte che devono attivarsi per definire una strategia seria su scala nazionale che indirizzi tutto il sistema (privato e pubblico) nella stessa direzione.
L’ assessore all’Ambiente della Regione Toscana, Federica Fratoni, è stata chiara nelle sue conclusioni: “l’economia circolare non è una mera politica ambientale ma una vera e propria politica industriale. O è un’opportunità conveniente o resta una nicchia del buon samaritano”.
Noi di Korec ci siamo e siamo sulla strada giusta: eccellente riduzione dei prezzi di mercato sia per lo smaltimento (anche fino al 70% ‼) che per le materie riciclate (anche fino al 60% in meno ‼), funzionalità del prodotto, sostenibilità ambientale e profittabilità sono gli attuali punti di forza del processo, capaci di offrire al settore industriale della vetroresina un nuovo vantaggio competitivo sui mercati nazionali ed esteri.
Dunque, andiamo avanti!

“Non è perché le cose sono difficili che non osiamo farle, è perché non osiamo farle che sono difficili” [Seneca].



DATE: Giu 14, 2018
AUTHOR: ayk8o
Eventi
Translate